Il corso di osteopatia T1 (full time) è dedicato a coloro che sono in possesso del diploma di maturità o i laureati non saniari (Scienze motorie, Biologia – tipo I con esoneri).

Il corso si articola in 5 anni accademici con pratica clinica obbligatoria di 1000 ore.
A fine corso è previsto il rilascio del Diploma di osteopatia in linea con la normativa Europea in materia osteopatica (CEN 16686).

Requisiti d’accesso

Al corso si può accedere con diploma di maturità quinquennale o laurea in professioni non sanitarie (scienze motorie, biologia etc.).
Il corso è in linea con gli standard internazionali Europei (CEN 16686) e si articola in 5 anni. Consiste in un totale di 4800 ore di impegno formativo con 1000 ore di tirocinio (per i diplomati) e 2800 ore di impegno formativo per i laureati in discipline non sanitarie.
In ogni anno sono previsti n.10 seminari dal Venerdì pomeriggio alla Domenica pomeriggio più alcuni incontri extra. Una parte delle lezioni si svolge in modalità FAD per i soli contenuti teorici.

Piano di studi secondo lo Standard internazionale OMS 2010
Scienze di base Scienze di base
• storia e filosofia scientifica;
• anatomia macroscopica e funzionale, comprese embriologia, neuroanatomia e anatomia viscerale di base;
• fondamenti di batteriologia, di biochimica e di fisiologia cellulare;
• fisiologia con particolare accento alla rete immunitaria neuroendocrina, al sistema neurovegetativo, ai sistemi arterioso, linfatico e venoso e al sistema muscoloscheletrico;
• biomeccanica e cinetica.
Scienze cliniche
• modelli di salute e di malattia;
• sicurezza ed etica;
• patologia e fisiopatologia di base dei sistemi nervoso, muscoloscheletrico, psichiatrico, cardiovascolare, polmonare, gastrointestinale, riproduttivo, urogenitale, immunologico, endocrino e otorinolaringoiatrico;
• diagnosi ortopedica di base;
• radiologia di base;
• nutrizione;
• cure di base in caso d’emergenza.
Scienza osteopatica
• filosofia e storia dell’osteopatia;
• modelli osteopatici delle interrelazioni tra struttura / funzione;
• biomeccanica clinica, fisiologia e cinetica articolare;
• meccanismi di azione delle tecniche osteopatiche.
Capacità pratiche
• raccolta dell’anamnesi appropriata rispetto all’età e relativo utilizzo;
• esame fisico e clinico;
• diagnosi osteopatica e diagnosi differenziale applicate ai sistemi nervoso, muscoloscheletrico, psichiatrico, cardiovascolare, polmonare, gastrointestinale, endocrino, urogenitale, immunologico, riproduttivo e otorinolaringoiatrico;
• sintesi generale di dati basilari di imaging e di laboratorio;
• capacità di ragionamento e di risoluzione di problemi clinici;
• conoscenza della ricerca di settore e sua integrazione nella pratica;
• comunicazione e colloquio con il paziente;
• documentazione clinica;
• assistenza di base e di primo soccorso.
Capacità osteopatiche
• diagnosi osteopatica;
• tecniche osteopatiche, comprese tecniche manipolative dirette ad alta velocità e bassa ampiezza, tecniche articolatorie, di energia muscolare e tecniche osteopatiche generali;
• tecniche indirette, comprese tecniche funzionali e di controstrain;
• tecniche di bilanciamento, comprese tecniche di bilanciamento delle tensioni legamentose (BLT) e strain articolatorio-legamentoso;
• tecniche combinate, comprese rilasciamento miofasciale / fasciale, tecnica di Still, tecniche di osteopatia craniosacrale, meccanismo involontario e tecniche viscerali;
• tecniche basate sui riflessi, come per esempio riflessi di Chapman, trigger point e tecniche neuromuscolari;
• tecniche fluidiche, come per esempio tecniche di pompaggio linfatico.
Esperienza pratica clinica sotto supervisione
Il trattamento manipolativo osteopatico rappresenta una componente particolare
dell’osteopatia. Richiede conoscenze e capacità motorie sia sensitive che cognitive, e lo
sviluppo di tali capacità cliniche e manuali richiede tempo e pratica. La pratica clinica sotto
supervisione è una componente essenziale della formazione degli osteopati e dovrebbe
avere luogo in un ambiente clinico osteopatico idoneo, che consenta di fornire un supporto
e un insegnamento clinico di elevata qualità. Questo comprenderà un minimo di 1000 ore
di pratica clinica sotto supervisione.